Pantheon: il tempio degli dei

Capodanno Roma 2015 - PantheonTra le principali mete turistiche di Roma c’è il Pantheon, amichevolmente chiamato dai romani anche “Rotonna” (la Rotonda), una struttura particolarmente affascinante situata a pochi passi dalla splendida Piazza Navona. Le sue origini risalgono alla Roma antica e venne edificato come tempio dedicato a tutte le divinità, passate, presenti e future. Non a caso lo stesso nome, Pantheon, significa “tempio di tutti gli dei”. Successivamente venne trasformato in una basilica cristiana, denominata Santa Maria della Rotonda. Attualmente rappresenta una tappa immancabile per i turisti in visita a Roma, un luogo destinato a lasciare un segno nel cuore di molte persone.

Storia e caratteristiche

ll Pantheon venne realizzato fra il 27 e il 25 a.C. dal console Agrippa e fu poi fatto ricostruire dall’imperatore Adriano in seguito ad un grave incendio che lo aveva in parte danneggiato. Si narra, inoltre, che fu proprio Adriano a determinare lo stile dell’edificio la cui forma descrive una sfera perfetta. Il punto esatto nel quale è stato costruito non è casuale. Infatti, secondo la leggenda, fu lì che Romolo, fondatore di Roma, una volta morto, venne afferrato da un’aquila e portato in cielo tra gli dei.
Questo bellissimo monumento si contraddistingue per la sua architettura. In particolare, la cupola in muratura è considerata la più grande esistente al mondo. In molti sostengono che, nonostante il tetto forato, all’interno del Pantheon non piova mai. In realtà non è così. Il pavimento, proprio in corrispondenza dell’apertura, è fornito di fori per favorire lo scolo delle acque. Vengono perfino montate delle transenne per evitare eventuali cadute dei visitatori a causa del marmo bagnato.
Il Pantheon è decorato con affreschi e ospita le tombe dei re d’Italia: Vittorio Emanuele II e suo figlio Umberto I con la consorte Regina Margherita.

L’ingresso gratuito

Si può accedere al Pantheon gratuitamente e per questo, specie per chi decide di trascorrere il Capodanno a Roma, questa meravigliosa struttura diventa una meta irrinunciabile.